sabato 16 Gennaio 2021

Come giocare un sit&go 9-handed nelle fasi iniziali

Published on Gennaio 3, 2012 by   ·   No Comments

In questo articolo cercheremo di capire il modo più corretto di affrontare un sit&go durante le battute iniziali, per intenderci, fino ai livelli 30-60 o 40-80. In queste prime fasi i nostri stack in relazione ai bui saranno enormi: con uno stack di 1500 e un grande buio di 30, un giocatore inesperto potrebbe essere indotto a pensare che investire 30 chips limpando KJ suited, coppiette o qualche asso debole possa rappresentare un buon affare. Il ragionamento è errato. Entrare openlimpando, o ancor peggio callando precedenti raise, ci coinvolgerà in piatti marginali che potrebbero scalfire il nostro stack. All’inizio di un torneo 9-handed ciò che ci interessa è invece preservare lo stack e mantenere intatta la nostra equity.

Un errore diffuso è quello di tentare il setmining con la propria coppietta di 4, basandosi su ragionamenti di questo tipo: ”sto investendo 30, ma se trovo il 4 al flop gli tolgo tutto!!”.

Il nostro 4 amico al flop lo troveremo una volta su 8. Siete certi, inoltre, di riuscire ad outplayare il vostro avversario quella volta in cui effettivamente troverete il 4 e che questi invece non folderà alle vostre puntate? Che dire poi di quando il set di 4 si scontrerà contro una scala o un overset? E infine, nel caso in cui il vostro set di 4 dovesse avere la meglio sulla coppia di assi di villain, siete ancora sicuri di aver fatto un affare, in termini di equity, a raddoppiare il vostro stack? Sicuramente avrete raddoppiato il vostro stack ma la vostra equity da 10 non raddoppierà fino a 20 ma passerà a circa 18,25. La parte di equity mancante infatti sarà suddivisa fra gli altri giocatori al tavolo. Queste considerazioni sono fra le principali ragioni del gioco tight dei più forti regulars di sit&go. Molti giocatori con ROI positivi, durante le fasi iniziali preferiscono foldare perfino QQ a fronte di un all in. Se vi sembra un atteggiamento passivo e rinunciatario…probabilmente avete ragione. Tuttavia questo è l’atteggiamento corretto da seguire. Per capacitarvene provate a immaginare gli scenari e le dinamiche future nel nostro tavolo qualora decidessimo di chiamare l’all-in con le nostre regine. Perdendo lo showdown saremo eliminati e le possibilità di vincere il sit&go saranno dello 0%. Al contrario, anche superando lo showdown non avremo il 100% di possibilità di vincere il torneo ma solamente raddoppiato il nostro stack(e non la nostra equity!)

Riassumendo, nelle fasi iniziali di un sit&go è consigliato aprire solamente QQ-KK-AA da early, includendo nel nostro open raise mani come AK-JJ da late (mai limpate ovviamente) e dovremmo evitare di chiamare all-in pre-flop con QQ o AK).

Ma come giocare i mostri durante le fasi iniziali?

La mia teoria è che vadano giocati il più aggressivamente possibile, così da non dare le odds per il call alle tante calling station che infestano i tavoli online. Ad esempio, con AA o KK io rilancio x4. Teniamo sempre in considerazione che i due mostri in un multi-way pot non giocano bene. Rilanciando standard di 3bb potremmo dare l’opportunità a qualche curiosone di venire a sbirciare il flop. I curiosoni sono come le ciliegie: una tira l’altra e più il piatto diventa ricco, più aumentano le odds e con esse le possibilità per i giocatori sui bui di buttarsi a loro volta nel pot con mani marginali e noi non vogliamo che questo accada, perché nelle prime fasi dobbiamo evitare di mettere a rischio il nostro stack in attesa di scommesse a maggior cEV.

Ma limpare o chiamare un raise con mani non premium è sempre un errore grave?
No. Esistono dei casi in cui è possibile fare eccezioni alla regola (anche se personalmente ritengo che un fold sia ugualmente corretto). Principalmente queste occasioni si presentano quando siamo dai bui, c’è un multi-way pot e le odds giustificano un call con una coppietta o dei suited connectors. Evitate ugualmente di fare call con assi deboli o combinazioni di carte come KT, KQe simili, il più delle volte vi metteranno solamente nei guai.

Tags: , ,