martedì 15 Ottobre 2019

Vocabolario del Poker – Lettera O

Published on Gennaio 24, 2012 by   ·   No Comments

Vi presentiamo il Glossario del Poker, un vero e proprio vocabolario online con il significato dei termini più utilizzati nel poker – Nella seguente guida i termini più utilizzati nel Poker:

GLOSSARIO POKER – Lettera O

O: off suited – “Non a colore”

Oak bluff: puntare una size di basso valore in bluff allo scopo di rappresentare una value bet

Obv: acronimo di ovviamente

Odds: Le probabilità di chiudere un punto

Oedipus: QJ suited

OESD: acronimo di open ended straight draw

OESFD: acronimo di open ended straight flush draw

Off/ off suited: due carte di seme diverso

Omaha: Una delle numerose varianti del poker

Omaha hi/lo: specialità di omaha in cui il piatto viene diviso fra i giocatori col punteggio più alto e quello più basso

Omino: modo canzonatorio e sarcastico per appellare i giocatori al tavolo di scarso o mediocre livello

On tilt: situazione mentale di nervosismo che ci allontana dal nostro A-game

One gap cards: due carte non consecutive divise da una mancante. Es: 4-6

One time: espressione usata durante uno shodown dai giocatori che vorrebbero vincere un flip o pescare uno dei propri out ancora una volta

OOP: acronimo di out of position

OOTM: acronimo di out off the money

Op: acronimo di opponent

Open: Aprire, cioè fare la prima bet o il primo call in una mano

Open ended straight draw: scala bilaterale

Open ended straight flush draw: scala a colore bilaterale

Open raise: Aprire raisando

Open seat: sedia disponibile al tavolo

Openpush: aprire andando all-in

Oppo: acronimo di opponent

Opponent: il nostro avversario

OR: acronimo di original raiser

Orange zone: una delle zone incluse nel sistema di Harrington nel suo libro. Orange zone significa avere un valore M compreso fra 6 e 10

Orbita: Un giro completo del BTN

Original raiser: In un piatto con più rilanci, l’original raiser è colui che ha rilanciato per primo

Orphan pot: un piatto che sembra non interessare a nessuno e presumibilmente chi prenderà l’iniziativa uscendo in puntata potrò portarlo a casa

Out of position: Trovarsi fuori posizione, cioè i primi di mano a dover agire

Outkicked: Quando hai la stessa coppia del tuo avversario ma perdi per colpa del kicker più basso

Outplayare: Mettere in crisi un avversario con le nostre giocate al punto da fargli commettere gravi errori

Outrun: essere battuti da un punteggio migliore del nostro

Outs: le carte “utili” presenti nel mazzo al fine di realizzare il nostro punteggio

Over and out: le carte Dieci e Quattro (T4)

Over the top: Espressione adoperata quando rilanciamo su un raise dell’avversario

Overbettare: puntare un importo superiore a quello presente nel piatto

Overcall: vedere una puntata dopo qualcuno l’ha già vista prima di noi

Overcard: una carta più alta di quelle sul board

Overlay: un piatto con molta dead money e che da buone odds

Overlimpare: limpare dopo che altri giocatori hanno limpato

Overpair: una coppia superiore a qualsiasi altra possibile coppia legata col board (es: QQ-flop 87T)

Overthinkare: Attribuire all’avversario un thinking process superiore a quello reale e che non gli appartiene.

Tags: , , ,

Readers Comments (0)

You must be logged in to post a comment.