venerdì 17 Settembre 2021

Il cervello di un giocatore di poker

Published on Settembre 17, 2012 by   ·   No Comments

Il cervello è da sempre il centro inequivocabile del controllo di tutto il corpo, su questo non ci sono dubbi. Le cellule cerebrali consentono la comunicazione attraverso l’invio di sostanze chimiche e grazie a questo scambio di informazioni il cervello controlla ogni cosa. Si parla di memoria e di stato d’animo, i movimenti ed i pensieri, ogni cosa che facciamo è gestita da questo scambio di informazioni.

Tutto quello che è gestito dal cervello influenza le tue decisioni e quindi quando sei seduto davanti al tuo monitor giocando a poker i click che farai saranno determinati dal funzionamento più o meno corretto del tuo cervello. L’interazione tra il tuo stato psicologico e il risultato del tuo gioco sono un argomento molto interessante e da approfondire in modo sistematico.

Le singole parti della vostra vita e la natura matematica di tutti gli eventi lavorano assieme influenzando in modo congiunto le vostre decisioni che siano al tavolo da gioco o nella vita di tutti i giorni. Non tutti pensano a questo aspetto, ma la vita di tutti i giorni, ogni cosa che succede ed ogni cosa alla quale pensate può rivelarsi nel vostro gioco al tavolo verde.

Proprio in questo senso bisogna prendere come sfruttare al meglio le proprie potenzialità e fuggire dalla proprie debolezze. Un giocatore di poker di un certo livello è uno che si conosce prima di tutto e che riesce a comprendere gli altri in secondo luogo. Per farlo deve costantemente analizzarsi e rendersi conto di quello che sta vivendo e non solo di quello che sta facendo visto che la realtà fisica è molto spesso uno specchio della realtà psicologica e ancora più spesso dietro un errore al tavolo di può nascondere un disagio a livello psicologico. Quindi cercate sempre di vedere la situazione con una visione molto più ampia e non solo limitata al tavolo da gioco.