venerdì 7 Maggio 2021

Le fasi dei freerolls

Published on Agosto 22, 2012 by   ·   No Comments

Quando si gioca in un freeroll si potranno distinguere differenti fasi del torneo. La prima fase è quella quando gli stack di tutti sono molto grandi rispetto ai Bui e infatti si potranno giocare teoricamente molte mani avendo uno stack superiore alle 25 volte i Bui. La seconda fase è quella finale quando i Bui saranno aumentati in modo deciso e di conseguenza lo stack sarà inferiore alle 25 volte il Grande Buio e poi si arriva alla fase decisiva ossia il tavolo finale, l’ultima fase del gioco e dovrete comprendere come giocare in ogni singola fase. In molti si domandano come giocare nella fase iniziale del freeroll. Prima di tutto dovrete comprendere che non si tratta di un tavolo normale e non riuscirete a fare selezione semplicemente con un rilancio standard e anche con un amano di partenza forte come AA contro 4 o più avversari avrete vita dura. E’ quindi consigliato andare all-in al Flop anche con mani molto forti. Lo stesso vale pre-Flop se qualcuno ha rilanciato prima di voi e avete una coppia alta andate all-in e sperate che vi seguano al massimo due giocatori per giocarvi le vostre possibilità di vincita al massimo. Se siete in posizione intermedia andata invece all-in anche con AQ e AK se nessuno ha rilanciato prima di voi. Se avete una coppia dal 6 in su pre-Flop e nessun ha rilanciato prima di voi puntate forte (4 volte il BB o più). Una volta che scenderà il Flop tutto si baserà sulla semplice domanda, avete qualcosa in mano? Se non avete incastrato niente consideratevi fuori dalla mano, il bluff è inutile con una doppia coppia o una mano superiore invece si va subito all-in e si vede che cosa abbiano pescato gli altri giocatori.

Ci troviamo dopo il Flop e dobbiamo comprendere come comportarci nelle differenti situazioni che si potrebbero presentare. Se avete dei progetti a Colore o di scala Bilaterale è il momento di andare all-in se al tavolo più giocatori hanno già messo chips nel piatto. Se avrete totalizzato una top pair (una carta di partenza con la più alta carta in banco) dovrete andare all-in solamente se avrete due altri avversari in gioco. In caso opposto la cautela è consigliabile. Tutto questo vale per le fasi iniziali del gioco.

Una volta che si arrivi alle fasi finali del freeroll la situazione cambia un po’. Questa fase è definita dal fatto di avere al massimo 20-25 Grande Buio. La strategia che dovrete ora applicare sarà molto semplice, rilanciare o invece lasciare la mano. Questo è il riassunto di quello che dovrete fare. Questo vale per il pre-Flop ovviamente, non fatev incastrare in mani che vi dissanguerebbero lo stack senza darvi grandi possibilità di farlo incrementare. Se un giocatore prima di voi rilancia e volete entrare nel Pot l’unico modo di farlo è andando all-in. Cancellate il pulsante Call dal vostro stile di gioco.

Puntate sempre a giocare con i giocatori dallo stack minore e tenete sempre d’occhio il loro gioco. Cercate di non scontrarvi con i giocatori con gli stack più alti, non sarebbe una buona idea. Se avete dello monster hands rilanciate di almeno 4 volte il Buio, se vi contro rilanciano l’unica soluzione è ovviamente l’all-in. Anche nel caso abbiate AQ, AJ, KQ e coppie dal 9 in su nella fase finale rilanciate pre-Flop, se qualcuno rilancia dopo di voi andate all-in e sperate nella fortuna se avete delle coppie con altre mani foldate. Il gioco si riduce a poche semplici scelte e non sarà grande poker, ma semplicemente il modo migliore per poter portare a casa una possibile vittoria.

Arrivati alle fasi finali di un freeroll il vostro gioco deve sempre essere pensato e non lascito più di tanto al caso. Controllare sempre gli stack degli avversari prima di entrare in una mano è fondamentale per non scontrarsi con i giocatori con più chips al tavolo. Nelle fasi finali una volta che si arriva al Flop la mano è decisa, nel senso che o si va all-in o si è fuori dalla mano. Infatti il Pot normalmente è talmente grande e l’investimento altrettanto che giocare in altro modo non avrebbe senso.

Se avrete effettuato un rilancio pre-Flop e giocherete con un solo avversario puntate in ogni caso circa metà del piatto o 2/3 dello stesso. Se ci sono rilanci andate all-in se avete top pair o meglio o con progetti a Colore. Questo vale anche se non avete ottenuto nessun punto, ma le vostre due carte siano superiori a quelle in banco.

Una volta che arriverete al tavolo finale dovrete continuare a giocare come nella fase precedente, dovrete apportare solo alcune modifiche. Dovrete considerare in modo più attento le posizioni. Sfruttare i momenti che si dimostrano propizi è basilare e cercare di rilanciare per primi quando possibile. Se ci sono giocatori che rilanciano da early position non entrate nella mano se non con un ottima mano di partenza. Se avete monster hands andate all-in. Con rilanci da middle position andate all-in anche con JJ, TT, 99 e AQ.

Se avete una buona mano sfruttatela, andate sempre all-in da posizione intermedia. Se avete buona posizione e nessuno gioca anche le coppie basse possono consentirvi di andare all-in se non ci sono rilanci prima di voi. Il resto è in mano alla fortuna. Cercate di vincere il più possibile.

Tags: ,