sabato 7 Dicembre 2019

Leak Buster

Molti di voi avranno sentito parlare di coaching o di poker coach. Incuriositi, magari si saranno anche informati sulle tariffe per accorgersi amaramente che queste sono spesso molto alte. Per chi pur non possedendo un bankroll abbastanza gonfio volesse ugualmente correggere i propri leaks, è stato messo in commercio il software “leak buster” che fa, in piccolo, ciò che normalmente è materia di un coach in carne ed ossa.

Potete scaricarlo da questo link nella versione small stakes (fino al nl50) a 50 dollari o in quella completa per 80 dollari.

Installazione:
scaricate, gratuitamente, leak buster dal seguente link:

Scarica ora Leak Buster

Seguite l’installazione guidata e avviate il programma. Non è necessario che acquistiate la licenza, potete provarlo nella sua versione trial per 30 giorni e poi decidere se fa al caso vostro.

Una volta aperto il programma avrete davanti un menù con una serie di finestre che potrete aprire:
action hotkeys, table control, pot betting, fixed bets, annoyances, opening/closing, sit and go sensei, setup, general.

Action hotkeys abilita I tasti per fare le nostre azioni al tavolo, per esempio invece di muovervi col mouse fino al pulsante fold potrete cliccare sul tasto “f” della vostra tastiera.

Table control invece è utile per gestire i tavoli all’interno dello schermo, portarli in primo piano senza bisogno di pescarli dalla barra strumenti o lasciarne uno sempre in evidenza sugli altri. Pot betting e fixed betting servono per configurare la size delle puntate. È la parte meglio customizzabile del software e vi porterà via un po’ di tempo prima di trovare i giusti settaggi.

All’interno della finestra “annoyances” invece troverete alcune opzioni molto intuitive che vi aiuteranno a gestire al meglio il grinding, in particolare, dei sit’n’go.
Per esempio è possibile barrare la casella “i’m back” così da non finire mai in sit-out.
Oppure quella di “free check” quando il check è gratuito, senza impiegare preziosi attimi nel click di conferma.

Opening/close chiude automaticamente i tavoli terminati, senza invadenti pop-up.

Infine troviamo la schermata “sit’go sensei”, semplicemente vitale per ogni grinder di sit. Grazie al sensei potremo decidere ad inizio sessione quanti e quali tavoli giocare (es: 20 6max BI 10 euro), a che intervalli di tempo aprirlo e tableninja ci iscriverà automaticamente a tutti i tavoli da noi programmati, senza doverlo fare manualmente.

Scuola di Poker