martedì 15 Ottobre 2019

Pokerstove

Continuiamo la nostra serie di articoli sui software gratuiti occupandoci questa volta di pokerstove. Pokerstove è indispensabile per tutti i giocatori di tornei multi tavolo (ma si rivela utile per chiunque ambisce a migliorarsi nel gioco). Come vedremo, il suo utilizzo non richiede competenze particolari ma il suo BUON utilizzo è un traguardo che si raggiunge dopo tanta pratica e conoscenza del gioco.

Ma cosa fa pokerstove concretamente?
Pokerstove è un efficiente calcolatore di equity. In verità, scrivendo così, non stiamo rendendo giustizia a questo software che si differenzia da tutti gli altri perché invece di calcolare l’equity di una mano contro un’altra mano si occupa di mostrarci una stima di una mano (o di un range) vs range.

Sapere che AA gioca all’80% contro QQ può essere utile sul piano nozionistico ma è praticamente inutile al tavolo di gioco, nel mezzo di una partita. Il motivo è che durante una torneo non possiamo sapere con esattezza che il nostro avversario ha QQ. Neppure il più forte giocatore di poker al mondo ha la presunzione di sapere con esattezza che carte gli verranno girate allo show-down (nonostante i mass media amino dar risalto alle letture specifiche, tanto spettacolari quanto anche casuali). I giocatori più skillati infatti sanno che devono attribuire un range di mani ai loro avversari e che la loro mano giocherà contro quel range, non più contro un punto. Pokerstove dunque ci permette di calcolare l’equity della nostra mano contro il range di uno o più opponent.

IMPORTANTE: il software calcola l’equity nell’all-in e non tiene conto di eventuali puntate successive.

Naturalmente i range saremo noi a immetterli, sulla base dello spot da analizzare e sulle conoscenze che abbiamo del nostro avversario, quindi come ogni preziosissimo tool se non è adoperato correttamente risulterà verosimilmente anche dannoso.

Installazione:
scaricate, gratuitamente, pokerstove dal seguente link:

Scarica ora Pokerstove

Dopo aver scaricato il programma e averlo eseguito dovrete fare doppio click sull’icona che vi comparirà. Vi ritroverete davanti questa immagine:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ad ogni casella “player” è affiancato uno slot vuoto. Sarà in questi slot che potremo inserire la nostra mano e le mani o i range avversari da calcolare. Per prima cosa fate click sulla casella “player1” e selezionate dal gump che vi apparira la vostra mano, ad esempio: AhAs
Quindi fate click sulla casella “player2” e andate su “preflop”. Vi comparirà il seguente gump:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrete selezionare le mani da inserire nel range singolarmente, facendo click sul quadratino con la mano che vi interessa, oppure farlo mediante il cursore in basso, così da stabilire il range di mani con cui l’avversario in questione potrebbe, ad esempio, essere andato all in. Spostandovi con il cursore noterete sulla destra la percentuale salire e i quadratini nella tabella diventare di colore viola. Per definire meglio il range potrete anche aggiungere o eliminare alcune mani dal range semplicemente cliccandoci sopra.
Una volta stabilito il range e fatto click su “ok” non resta altro da fare che tornare al gump principale e calcolare come tale range giochi contro la nostra mano. Per simulare più accuratamente uno spot potrete includere nell’analisi le mani degli altri giocatori al tavolo che devono ancora parlare (ad esempio quando il giocatore da CO ha aperto, noi abbiamo pushato e lo SB e il BB devono ancora agire). Selezionando la casella “random” pokerstove considererà il loro range totalmente casuale (100%). Fatto ciò, cliccate su “evaluate” e in basso avrete le vostre percentuali, di vittoria, di split o di sconfitta.

Con pokerstove potrete anche calcolare l’equity della vostra mano contro un range al flop, vi basterà selezionare sulla casella “board” le 3 carte uscite ed eseguire l’operazione. In basso, la casella “dead cards” indica le carte non più nel mazzo e che quindi vogliamo escludere dal nostro calcolo.

È possibile operare il calcolo con due sistemi:
“enumerate all”
“montecarlo”

Il primo, che noi consigliamo, è quello più specifico. Esso tiene conto di tutti i possibili risultati della mano. Il secondo è un calcolo più rapido, ma non per questo meno affidabile(consigliato se siamo nel mezzo del gioco) che esclude dal computo gli scenari più improbabili.

 

Scuola di Poker